aria nella pancia
Disturbi e malattie

Aria nella pancia: cause, sintomi, rimedi

L’aria nella pancia è un disturbo assai fastidioso e consiste nell’avere dolore e gonfiore nell’area addominale a causa di un eccesso di gas nell’intestino. In molti casi questo disturbo si associa a problematiche gastrointestinali, date da un accumulo di gas, appunto, nell’intestino, con conseguenti problemi di meteorismo. La flatulenza non è altro che l’espulsione di tali gas rilasciati dall’ano con conseguente cattivo odore.

Aria nella pancia

L’aria nella pancia è un problema piuttosto diffuso e può essere imputabile a diverse cause, molte delle quali dipendono da abitudini alimentari e di vita non corrette e salutari. Ad esserne maggiormente colpite sono le donne in età fertile a causa dei cambiamenti ormonali cui vanno incontro con il regolare ciclo mestruale. Attenzione anche all’abitudine di mangiare caramelle o masticare le gomme, poiché aumenta l’apporto di aria nell’intestino e questo contribuisce all’accumulo di gas. L’attività fisica, al contrario, aiuta a distribuire meglio i gas nell’intestino. Le bevande gasate, le fibre e alcuni legumi possono contribuire a tale disturbo, ma solo nei soggetti predisposti. Anche lo stress può essere causa di tali disturbi.

Meteorismo cause

In alcuni soggetti potrebbe essere causato da problemi a livello gastrointestinale, colite ulcerosa o malattia di CrohnInfine, potrebbe anche associarsi a disturbi più lievi come la stipsi, la dispesia, la celiachia oppure l’intestino irritabile. L’aria accumulatasi provoca un’ intensa sensazione di gonfiore addominale, movimenti di liquidi e meteorismo. Le cause possono essere molteplici e vanno da disturbi assai lievi e passeggeri ad altri di natura più importante. Spesso potrebbe essere semplicemente associata a uno squilibrio nella naturale flora intestinale oppure essere sintomo di patologie più serie come i diverticoli.

Aria nella pancia sintomi

I sintomi che solitamente si associano a tale disturbo sono flatulenza, gonfiore, dolore addominale ed eruttazione. Chiaramente non in tutti i soggetti si manifestano tali sintomi con lo stesso grado di intensità, poiché tutto è da relazionarsi alla quantità di gas accumulati nell’intestino.

L’eruttazione occasionale in seguito ai pasti è del tutto normale, ma una deglutizione eccessiva di aria può comportare un’eruttazione frequente o cronica. In quest’ultimo caso, potrebbe associarsi a un problema di ulcera o reflusso gastroesofageo.

Aria nella pancia e diarrea

Nel caso in cui il disturbo di aria nella pancia dovesse accompagnarsi anche a fenomeni di diarrea la prima cosa da fare è anzitutto quella di provare a correggere la propria alimentazione, evitando i prodotti caseari, vale a dire il latte e i suoi derivati. Se il disturbo è associato al problema del colon irritabile, un buon rimedio potrebbe essere quello di assumere carbone vegetale, poiché limita la produzione di gas intestinale.

Aria nella pancia rimedi

Prima di decidere di ricorrere a rimedi naturali o al fai da te, sarebbe opportuno consultare il proprio medico, che valuterà la situazione con attenzione, al fine di escludere motivazioni legate a particolari patologie. Se si tratta di un problema legato a squilibri più o meno importanti nella flora batterica intestinale, sarà lui stesso a stabilire quale sia il miglior trattamento da seguire. In alcuni casi potrebbe essere utile la prescrizione di probiotici o altri trattamenti che abbiano proprietà disinfettanti a livello intestinale. Nel caso in cui la ragione fosse la stipsi, si interverrà per correggere tale problema. Mentre, se la ragione fosse data da una non corretta dieta alimentare, bisognerà correggere il proprio stile di vita.

Aria nella pancia cosa mangiare

Molti medici hanno realizzato una lista di tutti quegli alimenti che favoriscono la formazione di aria intestinale. I maggiori responsabili di tale disturbo sono gli alimenti oligosaccaridi, i disaccaridi, i monosaccaridi, vale a dire carboidrati contenuti in gran parte dei cibi; tra questi il lattosio o il fruttosio che vengono solo in parte assorbiti dall’organismo, creando così una sorta di fermentazione che produce poi problemi di meteorismo e formazione di gas addominale.

Appartengono alla stessa categoria alimenti come gli asparagi, i carciofi, il cavolfiore, le cipolle, le mele, i fichi, il mango e le albicocche. Non solo, vi sono anche alcune bevande e condimenti, le spezie culinarie, alcuni tipi di cereali, carne e pesce, la frutta secca. Tutto ciò che occorre fare, nel caso in cui provochino tale disturbo, è quello di ridurne il consumo. In gran parte dei casi si nota un miglioramento già intorno alle 24-48 ore.

Aria nella pancia in gravidanza

Sono molte le donne che durante la gestazione soffrono di disturbi quali il meteorismo, la stipsi e la flatulenza. E’ una condizione più che altro fastidiosa che in alcuni casi può anche associarsi a intenso dolore addominale. Nelle gestanti il rallentamento della regolare attività intestinale è dato dall’azione degli ormoni. Inoltre, il transito rallentato nell’intestino porta la futura mamma ad assorbire più nutrienti che saranno utili al bambino, ma questo porta maggiori difficoltà nell’evacuazione e quindi al problema della flatulenza.

Posizioni per espellere aria dalla pancia

Un valido aiuto per ritrovare sollievo a tali problemi viene proprio dall’attività fisica. Utile in tal senso è ad esempio, lo yoga, grazie al quale si possono fare esercizi che aiutano a stimolare la naturale peristalsi intestinale, accelerando il processo digestivo e riducendo i gas nell’intestino.

Alcuni esercizi che si possono eseguire anche in casa da sole: ci si può sistemare in ginocchio, passando alla posizione seduta sui piedi, tenendo la schiena dritta e la testa eretta, respirando con il diaframma profondamente. Si poggiano i palmi delle mani sulle cosce, inspirando ed espirando. Questa posizione aiuta a stimolare la digestione. Altro metodo: ci si può distendere a pancia in giù, con le gambe unite o appena divaricate, le braccia piegate all’altezza della vita e, facendo forza sui palmi delle mani, poggiati sul pavimento, si solleva il busto, mantenendo ventre e bacino a terra. Bisogna poi inarcare la colonna e sollevare il mento verso l’alto. Questo esercizio serve a tonificare la muscolatura bassa dell’addome, sgonfiando così la pancia.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.