denti da latte
Bambino

Denti da latte: a che età cadono, quanti e quali sono?

I denti da latte nei neonati possono cominciare a comparire dai due mesi di età e in maniera improvvisa. Benché esista una sorta di schema questo non va mai considerato rigoroso. Il processo di dentizione termina entro i due anni di età.

I denti da latte

Quanti sono? Il numero dentini è 20: essi servono a mantenere lo spazio necessario all’interno della bocca del bambino per i futuri denti permanenti. I primi a comparire in genere sono gli incisivi centrali inferiori tra il terzo e sesto mese di vita del bambino. Dopo l’ottavo mese compaiono gli incisivi superiori, dopo circa un annetto spunterà il primo molare e all’anno e mezzo i canini.

Sintomi

La loro comparsa è accompagnata per il bambino da sintomi percepibili a livello locale e generale. Ricordiamo: gonfiore e infiammazione alle gengive, salivazione in abbondanza e irritabilità. Talvolta anche inappetenza e disturbi durante il sonno.

A quanti anni cadono?

Quanti e quali sono i denti da latte che cadono? Essi cominciano a cadere intorno ai 6 anni di vita, benché in alcuni bimbi cominciano a cadere anche all’età di 5 e in altri all’età di 7. Il cambio è un processo naturale e semi-indolore per il bambino. Può essere, infatti, dolorante quando il dente fatica a staccarsi dalla gengiva rimanendo così penzolante. In questi casi, infatti, la gengiva apparirà gonfia e infiammata. Come antidolorifici naturali si rammentano i rimedi fai da te. Qualora il dolore non fosse di lieve entità si consiglia il paratacemolo previa consultazione medica.

Denti da latte che non cadono?

Se non cadono dovranno essere estratti dal dentista onde evitare future anomalie alla struttura dei denti permanenti, come i denti storti.

Carie ai denti

Se i denti da latte si cariano facilmente bisogna agire tempestivamente con l’otturazione e mai con l’estrazione del dentino. Infatti, qualora venisse estratto dal dentista una tale azione potrebbe causare in futuro un mal allineamento di quelli permanenti.

Gengive dolenti e infiammate

Tra i rimedi naturali che possono alleviare il dolore alle gengive si può citare il semplice massaggio alle gengive con garza imbevuta di acqua fredda. Il freddo, infatti, agisce da anti-infiammatorio e anestetico. In alternativa date al bimbo dei giocattoli da mordere. Infine, tra i rimedi naturali omeopatici ricordiamo: calendula, timo, erba gatta e camomilla.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.