Punture di pulci nei bambini

Le punture di pulci nei bambini, soprattutto se giocano a contatto con gli animali, sono alquanto frequenti. Si tratta di fastidiosi parassiti che pungono causando un forte prurito. In modo particolare si manifestano nei mesi più caldi. Il modo migliore per prevenire i loro morsi è quello di fare prevenzione, somministrando i prodotti antipulci ai propri animali domestici.

Punture di pulci nei bambini

Le pulci, così come anche le zecche, oltre a creare un fastidioso prurito con i loro morsi, possono anche trasmettere patologie piuttosto gravi per l’uomo. Solitamente, le punture di questi piccoli insetti insidiosi, interessano la parte bassa delle gambe. In gran parte dei casi, provocano un fastidio alquanto sostenuto, ma raramente, possono verificarsi anche delle reazioni allergiche. Attaccano per lo più gli animali, ma stando a contatto con animali domestici non sottoposti a prevenzione, può accadere che interessino anche l’uomo.

Perché le pulci colpiscono anche l’uomo

Le pulci sono parassiti ematofagi che vivono sulla parte esterna della cute dell’ospite cibandosi del suo sangue. Possono attaccare sia gli essere umani, che gli animali, rappresentando così anche un importante veicolo di contagio per diversi microrganismi che causano diverse infezioni. Ecco perché è fondamentale prevenire l’infestazione di questi parassiti negli ambienti domestici, utilizzando i mezzi più adeguati. Soprattutto nei bambini, le punture delle pulci possono causare lesioni vescicolari. Solitamente, queste lesioni appaiono in gruppetti di tre o quattro, o essere disposte in modo lineare. Rappresentano i movimenti fatti da questi parassiti per potersi cibare. Le lesioni, in seguito a puntura, appaiono come arrossamenti superficiali, che tendono a scomparire esercitando una leggera pressione. Le pulci potrebbero attaccare qualunque parte del corpo umano, sebbene preferiscono localizzare le punture su gambe, caviglie e piedi.

Sintomi da puntura di pulci

Le punture di pulci causano lesioni eritemato-pomfoide. Il sintomo fondamentale di queste lesioni è una forte sensazione di prurito, che spesso si associa a dolore, soprattutto se si sfrega o gratta la cute colpita. In alcuni casi, potrebbe anche manifestarsi un leggero gonfiore. Mentre, nei soggetti predisposti e sensibili, i morsi di questi insetti possono essere causa scatenante di allergie, dermatiti allergiche ed eritemi. Attenzione ad evitare di grattare la zona colpita, poiché le lesioni possono comportare anche escoriazioni e ferite della pelle, con successiva manifestazione di infezioni.

Come eliminare le pulci

Il modo più indicato di prevenire le punture di pulci consiste nell’utilizzo di prodotti antiparassitari sugli animali domestici che fanno generalmente da portatori di questi parassiti. Solitamente, le larve e le uova delle pulci si accumulano nelle cucce per cani o gatti, sui tappeti,sui divani, sui letti. Ecco perché potrebbe essere utile passare l’aspirapolvere molto spesso, eliminando subito il sacchetto dopo aver terminato. Mantenere una corretta igiene della casa, pulendo frequentemente le zone a rischio.

Come curare le punture di pulci

Le punture causate dalle pulci, in gran parte dei casi, tendono a scomparire in tempi brevi e spontaneamente. Tuttavia, per ottenere sollievo, si possono fare degli impacchi di ghiaccio sulle lesioni. Se i pomfi o le vescicole creano particolare fastidio, il medico potrebbe optare per la prescrizione di farmaci antinfiammatori steroidei ad uso topico, come le creme a base di idrocortisone. Se si hanno delle reazioni allergiche, potrebbe essere utile la somministrazione di antistaminici ad uso topico.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.