Sudamina nei bambini: cause, sintomi, cura, rimedi

La sudamina nei bambini è una conseguenza ovvia dell’eccessivo caldo durante il periodo estivo. I bambini sudano e chiaramente la loro pelle risponde con la formazione di alcuni articolari sfoghi cutanei. Ecco quindi che si manifestano eczemi e bollicine, la cosiddetta sudamina, spesso indicata anche come miliaria. Non è nulla di grave o preoccupante, tranne il senso di fastidio che procura ai bambini. Cerchiamo di capire quali siano i sintomi e i rimedi da adottare.

Sudamina nei bambini

La sudamina è uno sfogo cutaneo che colpisce in maggior misura i bambini e in maniera particolare durante l’estate per via di una eccessiva sudorazione della pelle. In estate, la sudorazione ha difficoltà a evaporare per eliminare i sali e gli acidi organici contenuti. La pelle  appare più arrossata e meno levigata. Può presentarsi in una forma più lieve con semplici eruzioni e sfoghi cutanei dati da puntini rossi e tenue gonfiore. Altre volte si accompagna a piccole vesciche ed edemi che finiscono per ostruire i dotti delle ghiandole, per cui i sali e le altre sostanze ristagnano sulla superficie epidermica e conseguenti irritazioni. Le parti del corpo maggiormente colpite da queste eruzioni sono il collo, la nuca, l’inguine e la pancia. Spesso, si presentano delle bolle rosse nelle pieghe della pelle e nelle aree in cui i vestiti sono più stretti. Se il vostro bambino indossa un cappellino, può comparire l’eruzione anche sulla fronte e cuoio capelluto.

Le cause

Le cause della comparsa della sudamina sono da ricondurre per lo più all’aumento della temperatura, il caldo eccessivo o un abbigliamento troppo stretto e anche per via della febbre in alcuni casi. Recentemente è stato riscontrato che un altro fattore scatenante è lo stafilococco epidermis, frequente nei neonati e nei bambini, soprattutto con pelle particolarmente chiara. I pori cutanei dei bambini sono chiaramente più piccoli rispetto agli adulti ed è per questo che si verifica per lo più nei bambini. Si tratta, tuttavia, di un disturbo che generalmente scompare dopo le prime settimane di vita del bambino, nel caso in cui si tratti di un neonato.

Sintomi: come riconoscerla

Come indicato, i sintomi della sudamina sono dati dalla comparsa di bollicine molto piccole e puntini rossi, con la parte centrale leggermente in rilievo, accompagnati da un intensa sensazione di prurito. Spesso, viene confusa con la sesta malattia, soprattutto se compare insieme a febbre. In realtà si tratta di un disturbo che si manifesta per via dell’eccesso di sudorazione delle pelle, per questa ragione è più frequente nelle stagioni calde, sebbene vi sono casi in cui si manifesta anche durante l’autunno o l’inverno. Questo, solitamente, quando si indossano vestiti troppo pesanti.

Quando passa e quanto dura

La sudamina è un’irritazione cutanea che, solitamente, scompare in modo spontaneo con il raffreddamento del corpo. E’ tuttavia importante far indossare al bambino degli indumenti molto leggeri che non siano da ostacolo alla traspirazione cutanea. Sono indicati, a tal proposito, tutti gli indumenti in cotone. Allo stesso modo è consigliabile fare spesso un ricambio d’aria nell’ambiente in cui ci si trova. Per cui la sua durata equivale al tempo di eccessivo riscaldamento e non traspirazione del corpo.

Cura e rimedi

Nel caso dei neonati e dei bambini è fondamentale asciugare bene le parti del corpo irritate, evitando così situazioni che favoriscono proprio la sudorazione. E’ anche consigliabile, soprattutto se si è in casa, togliere tutti i vestiti al bambino, compreso il pannolino, in modo da lasciar traspirare la pelle, ostacolando la sudorazione eccessiva. Potrebbe in tal senso essere d’aiuto anche un condizionatore d’aria. Se il bambino dovesse sudare molto, gli si potrebbe fare più volte il bagnetto, in modo da rinfrescarlo. Basterà lavarlo con acqua appena tiepida e bicarbonato, oppure aggiungendo un cucchiaio di amido di riso o di mais, perché aiutano a rinfrescare la pelle, anche quella più delicata e sensibile. Andranno bene anche dei saponi liquidi all’amido, con effetto normalizzante sulla pelle. Un altro consiglio utile è quello di tagliare spesso le unghie al bambino, in modo da evitare che possa grattare la cute quando i puntini rossi causano prurito.

Come alleviarla

Per alleviare il fastidioso prurito che spesso provoca la sudamina, dopo aver consultato il proprio pediatra, è possibile somministrare al bambino un antistaminico per uso orale. Dopo che il prurito e i puntini rossi si saranno alleviati e l’infiammazione si sarà risolta, si può applicare sulla cute, anche più volte nell’arco della giornata, un gel o una crema a base di ossido di zinco. In questo modo si aiuta la pelle ruvida e screpolata, a ritrovare la sua naturale morbidezza.

Sudamina negli adulti

La sudamina può manifestarsi anche negli adulti, i sintomi sono pressoché gli stessi e può essere curata con semplici rimedi da utilizzare anche ogni giorno. Questa infiammazione viene spesso anche indicata con il nome di miliaria ed è causata da un’ostruzione dei dotti delle ghiandole sudoripare. Questa irritazione, come anche nei bambini, è causata da sudorazione eccessiva o dall’uso di abiti troppo aderenti o anche alcune creme. Il primo segnale dell’infiammazione in atto è proprio l’eruzione cutanea e la comparsa di macchie rosse, pustole e prurito. Le parti del corpo più colpite sono il collo, le spalle, le ascelle, il torace, la schiena e l’inguine. Se si diffonde su tutto il corpo, chiaramente, il prurito sarà più intenso e in tal caso, sarà necessario ricorrere a un antistaminico. Per alleviare le screpolature della cute si può applicare una crema a base di ossido di zinco. Per favorire il decorso dell’infiammazione, bisogna evitare situazione che creano eccessiva sudorazione, in questo senso potrebbe essere utile l’uso di un condizionatore.

Sudamina in inverno

I neonati, essendo più delicati, sono i soggetti maggiormente esposti al rischio di manifestazioni cutanee come la sudamina, poiché i pori della loro pelle sono più piccoli e tendono facilmente a ostruirsi. La sudamina si manifesta più spesso durante la stagione calda, ma altre volte può verificarsi anche in inverno, per via dell’abitudine a vestire troppo i bambini senza lasciare respirare la pelle. Un rimedio utile, come indicato, è quello di fare più volte il bagnetto al bambino, aggiungere nell’acqua tiepida un po’ di bicarbonato e asciugare bene tutte le parti del corpo dopo aver finito, usando un asciugamano morbido. In ogni caso, la sudamina si risolve generalmente in maniera spontanea nell’arco di alcuni giorni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.