coliche neonato
Malattie e Disturbi

Coliche neonato: sintomi, cause, massaggio, rimedi

Le coliche neonato presentano sintomi quali il pianto continuo, contorsioni del piccolo e contrazioni evidenti che destano preoccupazione nei genitori. Si tratta di un normale fenomeno che si verifica comunemente nei primi mesi di vita del bambino. Vediamo di capire meglio di cosa si tratta, quali siano le cause e in che modo poter intervenire.

Coliche neonato

Le coliche neonati si caratterizzano con contrazioni importanti nella muscolatura della parete intestinale. Sono particolarmente insistenti verso sera poiché sono, in gran parte dei casi, causate da un ristagno di area nell’intestino del bambino, che tende ad accumularsi dopo la poppata. Non devono destare allarme perché si tratta di disturbi lievi e per lo più transitori. Solitamente, regrediscono fino a scomparire già nei primi tre mesi di vita del bambino. Il dolore intenso è dovuto alla distensione della parete intestinale per via del passaggio di bolle d’aria.

Coliche neonato cause

Le cause sono per lo più riconducibili a una forma di intolleranza al latte, o meglio, al lattosio, ad allergie nei confronti di cibi ingeriti dalla madre, un ingerimento eccessivo di aria durante la suzione, un equilibrio alterato dei batteri della flora intestinale, dei problemi ormonali o situazioni di fumo passivo. Studi recenti hanno le coliche nel neonato si accompagnano a una flora intestinale alterata, con conseguente maggiore produzione di gas (coliche gassose neonato).

Coliche neonato quando iniziano?

Le coliche solitamente si manifestano intorno alle prime due settimane di vita del neonato. Non sono state evidenziate particolari relazioni tra le coliche e il tipo di allattamento seguito dal bambino oppure con una nascita prematura.

Coliche neonato quanto durano?

Solitamente tendono a regredire e scomparire nell’arco del primo trimestre. In alcuni casi intorno ai quattro mesi.

Coliche neonato come riconoscerle

Si parla, solitamente, di coliche quando il bambino ha delle forti crisi di pianto che durano fino a più di tre ore al giorno e si verificano almeno tre volte nel giro di una sola settimana. In gran parte dei casi il neonato comincia a piangere in modo sostenuto dopo aver fatto la sua poppata. I suoi movimenti sono alquanto preoccupanti poiché comincia a contorcersi, stringendo i pungi e sollevando le gambine verso l’addome. Attraverso le feci e la produzione di gas intestinali, il bambino riesce a trovare un momentaneo sollievo. E’ bene rivolgersi al proprio pediatra perché sarà lui stesso a effettuare una diagnosi dei sintomi coliche neonato per capire appunto se si tratti di questa problematica.

Coliche neonato rimedi

Per alleviare il problema delle coliche nel bambino si può sempre ricorrere ad alcuni rimedi naturali. Ad esempio se il bambino è allattato artificialmente, potrebbe essere d’aiuto una tisana a base di camomilla, verbena, liquirizia, finocchio o menta. Chiaramente in piccole dosi perché  una quantità eccessiva potrebbe favorire la risalita di materiale nell’esofago e aggravare il problema.

Farmaci contro le coliche

Nei casi più gravi sarà il medico a prescrivere la somministrazione di farmaci antispastici per la madre e che passeranno poi in maniera indiretta al bambino. E’ stato recentemente rivalutato l’uso di probiotici, poiché risultano efficaci nell’alleviare il disturbo, riequilibrando la flora intestinale. Recenti valutazioni cliniche hanno messo in evidenza il fatto che gran parte dei neonati che presenta tale problema ha una maggiore probabilità di sviluppare allergie in età pediatrica. Il rischio si riduce proprio con l’assunzione di probiotici.

Massaggio coliche neonato

Il massaggio contro le coliche può essere un importante aiuto per farlo rilassare, attenuare lo spasmo, favorendo così anche il passaggio dell’aria. Inoltre, il massaggio ha anche il potere di stimolare la produzione di endorfine, che hanno un forte potere calmante e procurano un generale senso di benessere al neonato. Per fare un massaggio bisogna togliere tutti gli indumenti al bambino, versare un po’ di olio di mandorle sulle mani e massaggiarlo dolcemente, cantando anche una ninna nanna.

Coliche neonato cosa fare?

E’ stato scientificamente provato che le coccole consentano di gestire il dolore e l’agitazione del bambino. Per questo i genitori non dovrebbero farsi prendere dall’ansia, ma coccolarlo con dolcezza. Si possono anche ridurre tutti gli stimoli esterni come luce rumori e altro, in modo che possa rilassarsi. E’ importante controllare che le evacuazioni del bambino siano regolari, evitando pasti eccessivamente abbondanti o frequenti. Non lasciarlo in una posizione orizzontale dopo i pasti e cullarlo dolcemente.

Durante i primi mesi di vita, è fondamentale per il bambino avere uno stretto contatto fisico con il corpo di chi lo culla e se ne prende cura. Per cui non bisogna avere alcun timore di cullarlo troppo, è un suo bisogno primario! E’ importante cullarlo tenendolo col pancino verso il basso, appoggiato sull’avambraccio. Una posizione che favorisce l’emissione di aria e quindi un sollievo immediato per il bambino. Mentre il bambino viene allattato, allo stesso modo, è importante mantenerlo nella posizione corretta, per evitare che durante la poppata, possa ingerire un’eccessiva quantità di aria.

Coliche neonato alimentazione mamma

Un cambio nelle abitudini alimentari potrebbe essere un aiuto per il bambino, affinché possa alleviare, se non risolvere, il problema delle coliche. Ad esempio la madre potrebbe sospendere il consumo di prodotti lattiero-caseari o qualunque altro alimento che possa causare le coliche. L’effetto sul bambino del cambio di dieta potrà essere valutato solo dopo circa dieci giorni. Molti pediatri sono dell’idea che alcuni cibi, quali aglio, cipolle, cavoli o pietanze piccanti, abbiano un effetto negativo sul bambino.

Durante il primo anno di vita gli alimenti che possono portare problemi di coliche nel neonato sono per lo più il latte di mucca, le uova, le arachidi, le noci, il grano, la soia e il pesce. Chiaramente se si nota che dopo aver mangiato uno di questi alimenti, il bambino reagisce con una colica è opportuno evitare quel particolare prodotto alimentare e valutare quale sia la sua reazione. Nella maggior parte dei casi i sintomi coliche regrediscono o scompaiono nel giro di 24 o 48 ore. Mentre se si tratta di uno dei prodotti lattiero-caseari saranno necessarie circa due o tre settimane perché si possano eliminare i residui nell’organismo del neonato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.