Alimentazione in gravidanza

Senza dubbio, un piano alimentare nutriente e ben bilanciato può essere uno dei più importanti doni per il bambino in via di sviluppo. L’alimentazione, in gravidanza, è infatti essenziale per un bambino sano. Ancor meglio sarebbe adottare un piano alimentare equilibrato, prima del concepimento. Per chi non ha potuto, non importa quante settimane manchino alla nascita: non è mai troppo tardi per iniziare!

Il cibo che mangiamo ogni giorno influisce sul modo in cui i nostri corpi lavorano, crescono, guariscono dalle malattie e su come manteniamo energia e forza per gli anni a venire. Determina anche la salute nutrizionale di base con cui i nostri bambini sono nati. E fornisce un modello per le loro abitudini alimentari durante l’infanzia e oltre.

La gravidanza, di fatto, è l’unico momento nella vita in cui le tue abitudini alimentari influenzano direttamente un’altra persona.

Innanzitutto, è bene specificare che non esiste un’alimentazione in gravidanza migliore in assoluto. Ogni donna dovrebbe discutere le sue esigenze nutrizionali individuali con il proprio medico. Ma è bene sfatare un mito: non è vero che in gravidanza bisogna mangiare per due.

E’ invece vero che i tuoi bisogni di nutrienti aumentano. Ma il fabbisogno energetico aumenta solo di circa 300 calorie al giorno, per il secondo e il terzo trimestre di gravidanza.

In generale, una donna incinta ha bisogno soprattutto di proteine, calcio, ferro, acido folico e vitamina C. E’ bene anche sapere quali sono i cibi che, in gravidanza, possono creare danni. Occorre assicurarsi che tutte le carni siano cotte accuratamente per evitare l’esposizione a toxoplasmosi, salmonella e altri batteri nocivi.

E’ importante anche eliminare il fumo di tabacco, l’uso di droghe e il consumo di alcol.

Le informazioni sull’alimentazione in gravidanza sono molte più di quel che comunemente si immagina. Vi sono casi di future mamme intolleranti, oppure cibi particolari, come lo zenzero, che potresti non saper come utilizzare.

In definitiva, studia assieme al tuo medico la tua condizione di salute generale e documentati il più possibile su come nutrire il tuo corpo per far star bene il tuo bambino.