Acidità in gravidanza, i rimedi per attenuarla

L’acidità in gravidanza, o bruciore di stomaco, è un disturbo piuttosto frequente. Viene spesso indicato come reflusso gastrico, o pirosi. In gran parte dei casi, è un problema che guarisce spontaneamente in seguito alla nascita del bambino.

Acidità in gravidanza

L’acidità di stomaco, spesso indicata dai medici anche con il termine pirosi, è un disturbo che interessa molte donne in gravidanza. Si tratta di una percentuale piuttosto alta, tra il 45 e l’80% delle gestanti. Una gran parte di donne che manifestano questo problema, solitamente, ha una completa guarigione, in modo spontaneo, dopo la nascita del bambino.

Si tratta di un bruciore dato dai succhi gastrici che vengono fuori dallo stomaco, per poi risalire dalle pareti dell’esofago. Qui c’è una mucosa priva di protezione contro gli acidi, da cui deriva appunto l’acidità e sensazione di bruciore.

Alimenti che andrebbero evitati

Il modo più efficace per ovviare a tale disturbo è quello di evitare di mangiare alcuni alimenti che non fanno altro che creare maggiori problemi. E’ inoltre consigliabile mangiare spesso e quantità ridotte di cibo per volta, poiché in gravidanza, la regolare efficienza dello stomaco è ridotta per via della presenza dell’utero. Per cui, impiega più tempo per potersi svuotare. Sarebbe opportuno non mangiare alimenti pesanti o eccessivamente proteici. Da evitare alimenti specifici come menta, cioccolata, caffè e tè che contenga teina. No anche a bevande alcoliche, succhi di frutta, cipolle, peperoni, agrumi, pomodori, fagioli e piselli. Chiaramente, non a tutte le donne questi alimenti causano il reflusso. Alcune donne tollerano tranquillamente questi alimenti. Basta solo prestare attenzione alla propria alimentazione ed eliminare dalla dieta questi alimenti, o ridurli, nel caso si abbia acidità e bruciore allo stomaco.

I rimedi naturali per attenuare i fastidi

Per trovare sollievo da questo disturbo, spesso alquanto fastidioso, si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali che aiutano a contrastarlo. Ad esempio, molti medici consigliano di aumentare l’assunzione di alimenti che contengano vitamina B1 e B2. Così è più facile tenere sotto controllo o ridurre il reflusso gastroesofageo. Si trovano in natura moltissimi alimenti ricchi di queste vitamine. Tra i più comuni, ricordiamo il lievito di birra, le uova, ananas, nocciole e anche il grano saraceno.

Acido alginico

Tra i rimedi naturali più efficaci per questo problema, vi è anche l’acido alginico. Si tratta di una sostanza che viene estratta da particolari alghe. Queste, una volta all’interno dello stomaco, prendono la forma di un gel che produce una sorta di barriera naturale in grado di proteggere la mucosa esofagea dai succhi gastrici. E’ sufficiente assumere 1 mg di acido alginico dopo i due pasti principali. Chiaramente, è sempre opportuno consultare il proprio medico prima di qualunque assunzione.

[easyazon_infoblock align=”none” identifier=”B00VXDDAWS” locale=”IT” tag=”battesibebe-21″]

Althaea officinalis

Ottimo rimedio contro l’acidità di stomaco è anche l’Altea, o althaea officinalis. Si tratta di un estratto secco, assunto in formato da 500 mg per compressa. Solitamente, la somministrazione prevede 2 compresse dopo i pasti principali. Può anche essere assunto come infuso ricavato da foglie-fiori. E’ sufficiente, in tal caso, utilizzare 2 g per tazza d’acqua bollente, lasciando in infusione per 10 circa minuti. Si filtra prima di bere e lo si può assumere più volte durante la giornata.

[easyazon_infoblock align=”none” identifier=”B077MTKVL1″ locale=”IT” tag=”battesibebe-21″]

Zenzero

Anche lo zenzero è un ottimo rimedio contro i bruciori di stomaco. Questo è utile sia contro la nausea, che proprio contro l’acidità. Può essere assunto fresco, oppure secco in polvere. Sono sufficienti circa 300 mg successivamente ai pasti principali della giornata.

[easyazon_infoblock align=”none” identifier=”B01MUQSQZO” locale=”IT” tag=”battesibebe-21″]

Semi di lino

Anche i semi di lino sono un efficace rimedio. Da assumere al mattino preparando un decotto. E’ sufficiente mettere circa 1 cucchiaio di semi in un pentolino, aggiungendo poca acqua e lasciar cuocere a fuoco medio. Si mescola il tutto mentre si viene a creare un gel. Quando tutti i semi saranno amalgamati in questo gel, allora il decotto sarà pronto. Può essere assunto sia al mattino, che alla sera, oppure tutte le volte si abbia mal di stomaco.

[easyazon_infoblock align=”none” identifier=”B018MFH4BW” locale=”IT” tag=”battesibebe-21″]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.