Cheratosi pilare, cause e sintomi

La cheratosi pilare è una patologia cutanea molto diffusa, caratterizzata da una produzione in eccesso di cheratina nell’area in cui si trovano i follicoli piliferi. Questo comporta la comparsa di pelle ruvida e particolarmente secca. La cute appare in qualche modo simile al noto effetto della pelle d’oca, con ispessimento superficiale e disidratazione.

Cheratosi pilare, cause e sintomi

La cheratosi pilare interessa le aree della cute in cui si concentrano i follicoli. In questi casi, la cheratina forma una sorta di ostruzione a livello del follicolo pilifero, portando così ad una rugosità della pelle. Non sono molto chiari i processi che portano alla formazione di tale disturbo. In alcuni casi potrebbe essere correlato a una componente genetica o una patologia legata ad altre di tipo cutaneo. Tuttavia, bisogna riconoscere che non è sempre così, poiché potrebbe comparire anche su soggetti sani, senza altre problematiche dermatologiche.

La cheratosi pilare non ha conseguenze maligne. I suoi sintomi più comuni sono essenzialmente la presenza di escrescenze cutanee, una pelle disidratata e in alcuni casi anche prurito. Il problema tende a regredire durante la stagione più calda, soprattutto in estate. Mentre, nei mesi freddi, per via della naturale disidratazione cutanea, il disturbo aumenta. Le aree maggiormente interessate sono le braccia, le cosce, i glutei e spesso anche le guance fino all’arcata delle sopracciglia.

Rivolgersi a un dermatologo potrebbe essere la soluzione migliore per trovare una soluzione adeguata al problema. In alcuni casi, il disturbo può anche attenuarsi senza alcun intervento, ma potrebbe riacutizzarsi successivamente.

Cheratosi pilare alimentazione

In gran parte dei casi, l’alimentazione non sembra avere alcun effetto sulla cheratosi. tuttavia, è stato riscontrato che una carenza di vitamina A potrebbe correlarsi all’insorgenza di sintomi in qualche misura simili a quelli manifestati da questa patologia.

Cheratosi pilare rimedi

Non è possibile indicare una cura per la cheratosi pilare che sia da ritenersi valida ed efficace per tutti i soggetti in egual misura. In alcuni soggetti il problema potrebbe regredire spontaneamente, mentre, in altri c’è necessità di seguire determinati trattamenti. Tuttavia, una regola generale da seguire, per chiunque, è quella di lubrificare adeguatamente la pelle, facendo in modo che non sia disidratata e secca. Sarebbe opportuno utilizzare dei detergenti delicati, creme idratanti, lozioni e pomate a base di steroidi. Chiaramente, sarà il dermatologo a indicare la soluzione più adeguata al problema.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.