Diabete gestazionale

Il diabete gestazionale è una patologia asintomatica riscontrabile solo in seguito a una valutazione accurata del livello di glicemia nel sangue. Più che di una vera e propria malattia, tale tipo di diabete è caratterizzato da un metabolismo che non segue il normale ordine funzionale, ma manifesta una ridotta tolleranza al glucosio.

Diabete gestazionale

Solitamente questo tipo di diabete viene riscontrato nelle donne durante il periodo di gestazione. In realtà, proprio perchè asintomatica, questa forma di diabete potrebbe già essere presente nella donna ancor prima della gravidanza, ma non presentare alcun sintomo rilevante.

Diabete gestazionale cause

Il diabete gestazionale, come indica la stessa definizione, è fondamentalmente legato proprio agli sconvolgimenti ormonali che si scatenano durante la gravidanza, per cui si ha un’accresciuta resistenza all’insulina, mentre il pancreas non è in grado di rispondere in maniera adeguata a tale compenso. Proprio per la sua natura fisiologica non crea particolari problemi, soprattutto per il nascituro, poiché solitamente le patologie gravi o congenite si verificano intorno alla decima settimana di gestazione. Al contrario, questa forma di diabete si presenta intorno alla 24 esima settimana di gravidanza. Al fine di evitare possibili complicazioni, tuttavia, è opportuno mantenere il tasso glicemico entro i limiti stabiliti.

Diabete gestazionale sintomi

I sintomi diabete gestazionale sono per lo più un’eccessiva sete o necessità di minzione continua, senso di nausea e vomito, infezioni nel tratto urinario o senso di vista annebbiata.

Diabete gestazionale rischi

Uno dei rischi maggiormente riscontrati nei casi di donne con diabete gestazionale è quello di un feto che abbia un peso maggiore rispetto a quello normalmente riconosciuto nell’ultimo trimestre di gravidanza. Solitamente in tali casi il peso del bambino in grembo è di circa 4 kg o poco più. Questo, chiaramente, comporta qualche difficoltà al momento del parto perché rischia di provocare lacerazioni all’area vaginale della madre, perché non sarà facile per il bambino venire alla luce con parto naturale. Infatti, generalmente in tali casi si ricorre al cesareo. A ciò si aggiunge anche la possibilità che, al momento del distacco dal cordone ombelicale, il bambino abbia una crisi di ipoglicemia, poiché abituato all’iperglicemia del grembo materno.

Diabete gestazionale valori glicemici

Chiaramente i valori glicemici aumentano dopo i pasti. I parametri normali di riferimento entro cui è da escludere la presenza di diabete gestazionale sono: un tasso di glicemia pari o superiore a 95 mg/dl quando si è a digiuno; un tasso pari o superiore a 180 mg/dl dopo un’ora dai pasti e pari o superiore a 153 mg/dl a distanza di due ore dai pasti. Nel caso in cui tali valori risultassero alterati, allora bisognerà fare opportune analisi per valutare la presenza di diabete gestazionale. Questo generalmente si verifica quando si riscontra glicemia alta nel sangue a digiuno (valori superiori ai 126 mg/dl).

Diabete gestazionale dieta

I valori glicemici possono tranquillamente essere mantenuti sotto controllo da una dieta alimentare sana ed equilibrata, lontana da ogni eccesso di carboidrati o zuccheri. Nel caso in cui un giusto regime alimentare non fosse sufficiente a regolarizzare la situazione glicemica, allora potrebbe essere opportuno ricorrere a delle punture di insulina, chiaramente previa prescrizione medica. In linea di massima, per scongiurare ogni rischio, è opportuno evitare eccesso di zuccheri, seguire un corretto stile alimentare e praticare almeno delle lunghe passeggiate.

Diabete gestazionale dopo il parto

Una mancata correzione della propria dieta alimentare, oltre a una carente attività fisica durante il periodo di gestazione, possono portare alla formazione del diabete di tipo 2 circa a due anni di distanza dal parto. Questo è stato sino a ora riscontrato nella metà dei casi di donne che durante la gestazione avessero riscontrato tale disturbo. Pertanto, è consigliabile seguire dei controlli regolari dopo il parto, al fine di valutare il tasso di glucosio nel sangue.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.