Gravidanza extrauterina: cause, sintomi e conseguenze

Con la gravidanza extrauterina, o ectopica, ci si riferisce a una gestazione nella quale l’embrione crea il suo nido esternamente all’utero. A livello generale le cause di questa condizione sono da ricondursi a fattori eziopatologici che generano un anomalo impianto dell’embrione.

Gravidanza extrauterina

E’ possibile affermare che le cause siano piuttosto variabili e complesse, tuttavia, scendendo nel dettaglio, è possibile individuarne tre tipologie: anatomiche, ormonali ed embrionali.

Per quanto riguarda i sintomi, non è raro che essi, all’inizio della gestazione, siano pressoché assenti e che comincino a manifestarsi nel corso di periodi successivi. Il periodo iniziale appare in tutto e per tutto simile a una normale gestazione, con assenza di mestruazioni, nausea e rigonfiamento del seno. Successivamente, potrebbero insorgere dolori addominali più o meno forti, accompagnati da emorragie vaginali, svenimenti, ma anche nausea e tachicardia.

Alla comparsa dei suddetti sintomi è fondamentale rivolgersi tempestivamente al proprio medico, poiché una condizione di gravidanza extrauterina potrebbe mettere a rischio anche la vita della donna. Se la diagnosi confermasse la patologia, si dovrà intervenire tramite operazione chirurgica per rimuovere l’embrione.

Gestazione e mestruazioni

In alcuni casi, potrebbe accadere che, dopo il concepimento, la donna continui ad avere mestruazioni regolari anche se anomale, accompagnate da dolori al basso ventre. In tale situazione è consigliabile innanzitutto procedere con l’effettuazione di un test di gravidanza, per accertare il concepimento. Anche in questo caso il test dovrebbe risultare positivo. Per evitare che questa condizione si trasformi in un’emergenza, è necessario monitorare le mestruazioni e le loro anomalie.

Gravidanza extrauterina e Beta hcg

Uno dei metodi più efficaci per diagnosticare una gravidanza ectopica è sottoporsi all’esame del sangue beta HCG, unito ad altre ecografie e all’esame istologico. E’ bene segnalare che una diagnosi accurata non può essere eseguita con una sola visita, ma occorre avere un quadro clinico completo realizzabile in un determinato periodo di monitoraggio.

Aborto

Altra condizione con la quale spesso può venire confusa una gravidanza extrauterina è una minaccia di aborto. A livello sintomatico, infatti, le perdite emorragiche vaginali e i dolori addominali sono molto simili. Le donne maggiormente a rischio sono quelle che in precedenza hanno subito interventi alle tube di Falloppio. Se danneggiate, le tube possono indurre l’embrione ad impiantarsi nel posto sbagliato. Anche un’infezione pelvica o un’appendicite potrebbero danneggiare le tube di Falloppio. Per chi ha avuto problematiche di questo tipo, è consigliato agire preventivamente e sottoporsi a tutti i controlli del caso nel momento in cui si decide di tentare il concepimento.

Gravidanza isterica

La gravidanza extrauterina viene spesso confusa con una gravidanza isterica, detta anche falsa gravidanza o pseudociesi, che si presenta come una condizione in cui la donna ha la convinzione di essere incinta, manifestando tutti i sintomi tipici del caso, ma in realtà non è avvenuto alcun concepimento. Un qualsiasi test o un’ecografia possono facilmente evidenziare l’assenza dell’embrione. La principale causa è da ricondursi a fattori psicologici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.