corpo luteo
Settimana per settimana

Corpo luteo gravidico, emorragico, cistico: cause e sintomi

Il corpo luteo è una ghiandola che produce sia progesterone che estrogeni, quest’ultimi però in quantità minore rispetto i primi. Quando si forma? Durante il ciclo mestruale ogni donna deve distinguere due fasi: fase follicolare (che si verifica prima dell’ovulazione) e fase luteale (che si verifica dopo l’ovulazione).

Corpo luteo e ciclo mestruale

Dopo l’ovulazione il follicolo “muore” e si trasforma in corpo luteo. Se non avviene la fecondazione si riprende il processo, altrimenti il corpo luteo diventa  gravidico. Inoltre, dopo l’ovulazione tale ghiandola va a nutrire ed ispessire l’endometrio in vista di un’eventuale nidazione della cellula uovo fecondata. Se la cellula uovo non verrà fecondata cessa, invece, il nutrimento all’endometrio e si riprende in modo ciclico la fase follicolare – fase luteale con l’arrivo delle mestruazioni.

Corpo luteo gravidico e progesterone

A fecondazione avvenuta la ghiandola endocrina del ciclo mestruale continuerà a vivere fino a trasformarsi in quello gravidico, indispensabile per il proseguimento della gravidanza. Il corpo luteo gravidico rispetto quello del ciclo mestruale cambia di dimensioni e di colore: diventa ovviamente più grande e presenta un colore giallastro. In questa prima fase ha il compito di produrre gli ormoni della gravidanza, i progesteroni, per poi scomparire gradualmente con la comparsa della placenta, con la quale si continuerà il processo di nutrimento al feto fino alla fine della gravidanza. Questa fase non deve essere sottovalutata in quanto con  la scomparsa del corpo luteo gravidico si possono verificare casi di atrofizzazione. Da non dimenticare, inoltre, che alcuni disturbi ormonali sono strettamente correlati a una disfunzione di tale ghiandola: mancanza del ciclo mestruale per almeno tre mesi (amenorrea) e cicli mestruali lunghi.

Corpo luteo cistico ed emorragico

Una donna in gravidanza deve fare perenni controlli e non sottovalutare mai nessuna situazione, anzi nel dubbio rivolgersi sempre al proprio ginecologo o uno specialista. Tale ghiandola in gravidanza talvolta può presentare delle cisti, si parla quindi di corpo luteo cistico. Queste cisti sono causate o da sangue accumulatosi o da altri liquidi e possono causare un malfunzionamento nella produzione di progesteroni. Tale situazione può risolversi in due contesti:

  • Nonostante le cisti la ghiandola continua a  svolgere la sua regolare funzione di produrre progesterone e nutrire il feto,
  • Le cisti provocano un malfunzionamento alla ghiandola tanto che la conseguenza più grave può essere l’interruzione della gravidanza con un aborto spontaneo nelle prime settimane.

Nella maggioranza dei casi il corpo luteo cistico regredisce gradualmente fino a scomparire del tutto nel secondo trimestre di gravidanza senza causare danni.

Quello emorragico si forma, invece, quando gli accumuli di sangue sono fuori dalla norma tanto da sfociare in un’ematoma nel corpo luteo. Nel caso in cui le sacche di sangue scoppino si parla di sindrome da corpo luteo emorragico. I dolori e i sintomi che ne conseguono possono essere risolti con antiinfiammatori e antiemorragici, altrimenti diventa obbligatorio l’intervento chirurgico.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.