Seno in gravidanza: mese per mese

Uno dei primi segnali visibili di una gravidanza in atto è l’aumento del volume del seno, almeno una o due taglie in più. In realtà quello che accade nel corpo della donna al momento di una gravidanza è tutta una serie di cambiamenti a livello ormonale. Vediamo come sia possibile prendersi cura e preservare la salute e la bellezza del proprio seno durante i nove mesi di gestazione.

Il seno in gravidanza

Sin dal primo trimestre di gravidanza avviene nel corpo della futura madre uno stravolgimento fisiologico che porta a un considerevole aumento del seno in risposta all’azione degli estrogeni, del progesterone, della prolattina e dell’ormone responsabile della crescita.

Nel secondo trimestre i cambiamenti fisici diverranno ancor più evidenti e le ghiandole nell’area del seno cominceranno a produrre una sostanza della stessa consistenza del colostro. Si aggiunga a ciò anche una maggiore funzionalità dei vasi sanguigni, per via di un elevato afflusso di sangue.

Dopo quanto cambia il seno in gravidanza

I primi segni visibili di una gravidanza, in realtà, si manifestano con l’arrestarsi del regolare ciclo. Il seno, infatti, sin dalla prima settimana comincia ad aumentare il suo volume, provocando un senso di tensione soprattutto nell’area dei capezzoli.

Mese per mese

I primissimi cambiamenti avvengono al principio della gestazione, protraendosi sino al quinto mese. Il seno diventa così visibilmente più grande e presenta un maggiore turgore. Al suo interno si instaura un maggior proliferare di ghiandole, mentre, diminuisce il tratto adiposo della cute, per questo si diventa più sensibili a qualunque stimolazione che venga dall’esterno.

Al quinto mese comincia la produzione di colostro, una sostanza che contiene un elevato tasso di anticorpi materni, che servirà da nutrimento per il bambino. Mentre, la montata lattea avviene dopo cinque giorni dal parto.

E’ consigliabile utilizzare reggiseni appositi durante la gravidanza, perché offrano il giusto sostegno al seno. Tuttavia l’aumento di volume del seno in gravidanza non è continuo, poiché potrebbe avvenire nei primi mesi, per poi fermarsi e poi ancora aumentare.

Per poter mantenere l’elasticità della pelle, è utili applicare mattina e sera una specifica crema contro le smagliature o anche dell’olio di mandorle dolci e massaggiare delicatamente.

Tubercoli di Montgomery

I tubercoli di Montgomery sono delle particolari ghiandole presenti nel seno, la cui funzione è quella di produrre delle secrezioni di grasso utile perché la cute resti morbida. Verso il quinto mese di gestazione, aumenta il passaggio di sangue nei vasi, per cui il capezzolo assume un colore più scuro ed anche l’areola diviene più larga. Durante tale periodo si può notare come le ghiandole di Montgomery appaiano particolarmente visibili e in rilievo nell’area intorno ai capezzoli, non solo, anche i vasi sanguigni si possono vedere in maniera molto evidente.

All’interno del seno si attiva tutta una serie di ghiandole impegnate a produrre il colostro che servirà a nutrire il bambino nei primi giorni della sua nascita e successivamente il latte vero e proprio. Data questa intensa attività di produzione all’interno del tessuto dell’area dei capezzoli sull’areola diverranno particolarmente visibili i tubercoli di Montgomery.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.