neonato 4 mesi
Crescita del neonato

Neonato 4 mesi: peso, lunghezza, poppate, sonno

Lo sviluppo fisico e fisiologico di un neonato 4 mesi è ricco di cambiamenti non solo nell’aspetto ma anche nelle abitudini. Verso il quarto mese, i muscoli del collo sono più tonici, per cui riuscirà già a mantenere eretta la testolina. Se è sdraiato a pancia in giù, vedrete che già fa leva sulla braccia per cercare di sollevarsi un pochino. Comincia quindi a fare tutti i suoi primi movimenti in maniera autonoma, avendo cognizione dello spazio intorno.

Neonato a 4 mesi: cosa sapere

A quattro mesi il vostro neonato sarà già in grado di mantenersi seduto, chiaramente con il vostro aiuto, poiché dovrete sostenerlo dietro la schiena. Riuscirà anche a mantenere la testa dritta se lo prendete in braccio, perché riesce già ad avere un discreto controllo dei muscoli del collo. Ora tenderà a svegliarsi con minore frequenza durante la notte, per cui pian piano riuscirete a dormire un po’ di più anche voi. Dormirà ancora tanto al quarto mese, ma non come all’inizio, poiché le ore di sonno si ridurranno a circa dodici. Le poppate ora saranno all’incirca cinque al giorno, anche perché è incuriosito da tutto ciò che lo circonda per cui si potrà distrarre facilmente dal senso di fame.

Peso e lunghezza

Per quanto riguarda lo sviluppo fisico, chiaramente ogni neonato segue quello indicato dal suo personale patrimonio genetico. Chiaramente a sostenerlo nella crescita ci dovrà anche essere un corretto regime alimentare e una certa serenità nell’ambiente che lo circonda. Pertanto, se i genitori sono di statura bassa, eccetto rari casi ci particolari combinazioni genetiche relative a passate generazioni, la sua altezza sarà al di sotto di altri suoi coetanei con genitori di altezza maggiore.

La cosa fondamentale di cui tener conto nelle sue fasi di sviluppo è la regolarità nel ritmo di crescita. Generalmente nel corso del suo primo anno di vita non dovrebbero presentarsi arresti bruschi nel suo aumento di peso o lunghezza che siano di circa due o tre settimane, poiché in tal caso, potrebbe esserci qualche problema. In linea di massima, se si tratta di un maschietto, a 4 mesi avrà una lunghezza compresa tra i 61 e i 67,5 centimetri e un peso tra i 5,85 e i 7,85 chilogrammi. Mentre se si tratta di una femminuccia la sua lunghezza sarà compresa tra i 60 e i 67 centimetri e il suo peso oscillerà tra 5,45 e 7,40 chilogrammi.

Sviluppo psicomotorio

A 4 mesi di vita noterete nel neonato una maggiore curiosità verso tutto ciò che lo circonda. Sarà così in grado di riconoscere la voce della mamma, così come di tutte le persone che spesso vede intorno a lui. Sorriderà tutte le volte che vedrà qualche oggetto in movimento che attira la sua attenzione.

Il suo sviluppo piscomotorio in questa fase sarà molto veloce e gli consentirà di acquisire diverse abilità, sia di tipo cognitivo che emotivo e relazionale, oltre chiaramente a quelle di carattere motorio. Tutto questo avverrà seguendo specifiche fasi di crescita in relazione anche allo sviluppo del suo sistema nervoso. Pensate che, dai quattro mesi in poi il modo di vedere il mondo del bambino è molto simile a quello di un adulto. Comincia anche ad essere incuriosito dai nuovi sapori e può distinguere i suoni delle parole che sente intorno a lui.

Poppate: ogni quanto

Verso i 4 mesi di vita il neonato è più attento a tutto ciò che lo circonda, per questo tenderà spesso a distrarsi e ora il suo unico pensiero non sarà più la poppata. Pertanto, in questa fase della sua crescita, il numero di poppate sarà di circa quattro o cinque nell’arco della giornata.

Latte artificiale o materno?

Dal quarto mese di vita del bambino in poi si può cominciare a pensare allo svezzamento. Se si sta ancora seguendo l’allattamento al seno, questo pian piano si modificherà da solo, fornendo al piccolo tutti i nutrienti necessari con la poppata. Se il vostro bambino è già passato al biberon, potreste cambiare tipo di latte e passare a quello di proseguimento, per garantirgli i nutrizionali di cui ora necessita.

Tuttavia, sarà lo stesso pediatra a fornirvi tutte le indicazioni utili in questa fase di crescita. Per quanto riguarda la scelta tra latte materno o artificiale, come molti medici sottolineano, quello materno apporta numerosi benefici sia al bambino, che alla madre, se però per una qualunque ragione non fosse possibile proseguire con l’allattamento al seno, va precisato che anche il latte artificiale contiene tutti i nutrienti fondamentali di cui il bambino ha bisogno, per cui si può essere assolutamente tranquille.

I dentini

Il suo primo dentino spunterà proprio intorno ai 4 mesi. Delle volte può richiedere più tempo, quindi verso l’ottavo, ma nella maggior parte dei casi spunta al quarto. Si tratterà del suo primo incisivo, uno dei due centrali nella parte inferiore. Poco dopo spunterà anche l’altro. Nessun allarmismo se dovesse uscire un po’ più tardi, ma se avete il timore che dipenda dalla carenza di qualche sostanza nutritiva fondamentale alla crescita, potete consultare il pediatra. I dentini da latte solitamente, vengono fuori nei primi 4 mesi, ma ad alcuni bambini accade verso i dieci mesi, dipende tutto dal particolare percorso di sviluppo.

Sonno: quante ore?

Dal suo quarto mese di vita in poi, le mamme possono tirare un sospiro di sollievo, perché il bambino in questa fase non vorrà più continuamente le poppate durante la notte. Ora comincerà a dormire di più, perché data la sua curiosità per tutto ciò che lo circonda, ora la sera sarà molto più stanco. La notte non si sveglierà di continuo e dormirà per circa otto ore di seguito. Il suo stomaco ora ha raggiunto dimensioni più ampie e le quantità di latte assunte durante il giorno, sono sufficiente anche per il suo fabbisogno notturno. Riposerà un po’ anche durante la giornata, magari con una breve pennichella, per cui, in totale ora dormirà circa 16 ore al giorno.

Giochi per neonati

Durante i suoi primi quattro mesi di vita, il bambino amerà giocare e divertirsi. Ecco che, per esempio, potrete creare per lui, una sorta di piccola palestra piena di giocattoli in casa, perché in questo modo comincerà a sviluppare anche le sue funzionalità psicomotorie.
Potrete tranquillamente lasciarlo giocare da solo, perché il suo interesse sarà per tutto ciò che suona o ha delle forme e dei colori particolari, come pupazzetti che suonano, sonaglietti e tutto ciò che possa suscitare la sua curiosità.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.