Malattie e Disturbi

I primi giorni e i primi mesi di maternità sono pieni di ansia. I bambini sono così piccoli e indifesi, che è normale preoccuparsi del loro benessere. Tanto più che qualsiasi piccolo fastidio, quando si tratta di un neonato, non deve mai essere sottovalutato.

Neonati e bambini hanno un sistema immunitario ancora in via di sviluppo. Quindi, anche le malattie minori possono portare a gravi complicazioni. Ecco perché è importante capire tutto ciò che può andare storto con il tuo piccolo nei suoi primi giorni.

Quando si tratta di problemi di salute, la fase neonatale è la più critica. Tuttavia, vi sono disturbi più gravi e meno gravi e malattie più comuni di altre. Come ad esempio i problemi addominali legati alla digestione.

La maggior parte dei neonati ha la pancia sporgente. Generalmente si tratta solo di aria, ma se il tuo bambino si lamenta e questa condizione perdura, è meglio contattare il medico.

Tra le malattie e disturbi del neonato più diffusi, anche i problemi alla pelle. Ad esempio, i neonati presentano spesso mani e piedi di colore bluastro. E ciò, a grandi linee, non è motivo di preoccupazione. A volte, un simile colore può comparire anche attorno alle labbra. Se il bambino, oltre a questi segni, piange spesso, può però trattarsi di un disturbo un po’ più serio.

Anche i problemi respiratori possono affliggere, non di rado, i bambini piccoli. Un neonato impiega diverse ore per iniziare a respirare normalmente. Tuttavia, una volta raggiunta la regolarità, il piccolo non dovrebbe avere più disagi. Ma se noti una respirazione più rapida o dei suoni simili a grugniti, contatta subito il tuo medico.

Tra i disturbi dei neonati più comuni, dobbiamo annoverare senz’altro anche nausea e vomito. Se da una parte è normale che il bimbo sputi latte e cibo, durante i primi mesi di vita, il vomito frequente è una condizione invece più rara.

Imparare ad osservare e a conoscere il proprio bebè è un atto essenziale per evitare che malattie e disturbi possano causare problemi più gravi alla sua salute.