mughetto neonato
Malattie e Disturbi

Mughetto neonato

Il mughetto nel neonato è un’infezione causata da un fungo. Tra i i sintomi più eclatanti che il bambino manifesta vi è la comparsa di macchioline biancastre sulla bocca e un evidente nervosismo. Il bambino fa fatica ad allattare e si rifiuta di mangiare proprio per via del dolore. L’infezione può comparire anche su altre parti del corpo, non solo sulla lingua. Vediamo in che modo si possa intervenire per contrastare questa infezione.

Mughetto neonato

Il mughetto non è altro che una forma micotica che solitamente si manifesta nel cavo orale del bambino. Ad esserne responsabile è un fungo, la candida albicans, un batterio che in condizioni normali si trova nella normale flora batterica del nostro organismo, ma in particolari situazioni può moltiplicarsi in eccesso, tanto da diventare nocivo per l’organismo.

Le manifestazioni virali interessano la pelle, la mucosa dei genitali oppure il perineo, ma nei bambini molto piccoli, solitamente, a esserne colpiti sono bocca e sederino. Quest’infezione è molto comune nei bambini, soprattutto durante i loro primi sei mesi di vita. Questo perché la loro saliva e il sistema immunitario non hanno ancora raggiunto la piena funzionalità, pertanto, anche dei banali parassiti, che per un adulto risultano innocui, per il bambino possono essere motivo di attacco micotico.

Mughetto neonato sintomi

Un neonato potrebbe contrarre l’infezione al momento della nascita, proprio passando attraverso il canale vaginale, nel caso in cui la madre fosse affetta da candida. Il sintomo più evidente del mughetto nel bambino è un arrossamento importante della mucosa orale, che in gran parte dei casi provoca anche bruciore e dolore.

Poco dopo arriva anche a manifestarsi la candidosi orale, che consiste nella comparsa di una patina biancastra in bocca. Si possono così notare delle macchie bianche sulla lingua, estendendosi anche fino alle guance e sulle gengive, per poi giungere alla gola. Altri sintomi potrebbero essere una sensazione di fastidio quando si deglutisce e piccole perdite di sangue, date dalla rottura delle lesioni cutanee.

Nel caso in cui si tentasse di asportare queste macchioline biancastre potrebbe verificarsi del sanguinamento, ecco perché è meglio rimuoverle con l’aiuto di una garza sterile. Nei casi di una forma lieve di mughetto, questa problematica tende a risolversi spontaneamente nel giro di pochi giorni. Se così non fosse, bisognerà rivolgersi al pediatra, in modo da intervenire con antimicotici specifici.

Mughetto neonato come riconoscerlo?

Un bambino affetto dal mughetto sarà molto nervoso, presenterà una maggiore irritabilità e un’evidente difficoltà nella deglutizione, mentre la mamma potrà avvertire dolore al seno, se il bambino è allattato con latte materno. A ciò si aggiunge la comparsa delle macchioline biancastre sul cavo orale.

Mughetto bocca e lingua bianca

Il mughetto nei neonati si manifesta proprio all’interno del cavo orale, nella bocca e sulla lingua. Qui saranno evidenti le macchioline bianche e piccole lesioni con arrossamenti o sanguinamento lieve. Le macchioline bianche, anche definite placchette, appaiono irregolari, estendendosi sul palato, all’interno delle guance, sul bordo gengivale e all’interno della faringe.

Mughetto neonato rimedi naturali

Il mughetto è un’infezione comune nei bambini e proprio per tale ragione non è particolarmente pericoloso. In gran parte dei casi tende a regredire, fino a scomparire totalmente, nell’arco di pochi giorni. Se ciò non si verificasse, sarà necessario intervenire con trattamenti farmacologici o con rimedi naturali.

Se il bambino è allattato al seno, dopo ogni poppata, è importante pulire bene la bocca con una garza sterile, meglio se con soluzione fisiologica. Va bene anche della semplice acqua bollita con bicarbonato. Vi sono poi anche dei probiotici o fermenti lattici specifici in grado di regolarizzare la flora dell’intestino per contrastare proprio i batteri dell’infezione. In alternativa, si può anche aggiungere al probiotico del latte materno e utilizzare il composto sulla bocca del bambino, massaggiando delicatamente.

Anche lo yogurt a base di fermenti lattici è utile per contrastare il mughetto. L’olio di cocco è un ottimo rimedio contro il mughetto, poiché contiene delle sostanze che combattono le infezioni. Basterà versare poche gocce di olio su di un batuffolo di cotone e passarlo delicatamente sulle aree colpite. Un altro rimedio del tutto naturale potrebbe essere acqua con sale, per fare dei lavaggi e disinfettare le parti colpite dall’infezione.

Mughetto neonato cura

Pur trattandosi di un disturbo molto fastidioso, se adeguatamente curato, il mughetto scompare nell’arco di dieci giorni. I trattamenti farmacologici che solitamente vengono prescritti sono a base di antimicotici e devono essere assunti per bocca. Esistono anche i farmaci per uso topico, come delle lozioni che contengono gli stessi principi attivi dei medicinali per uso interno. In entrambi i casi si potrebbe seguire un trattamento ad azione combinati di farmaci per uso orale e lozioni topiche, soprattutto nel caso in cui il bambino manifesti una dermatite da pannolino.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.