ostetrica
Parto

Ostetrica: perchè sceglierla e che regali fare

Al contrario di quanto generalmente si possa credere, l’ostetrica rappresenta una figura importante durante il parto, ma è anche un valido sostegno per la futura mamma, oltre che per la coppia nell’intero percorso di gestazione. Per questo è fondamentale scegliere una persona competente, professionale e che sia in grado di sostenere la donna in una fase così delicata come le gestazione.

Cosa fa l’ostetrica

L’ostetrica rappresenta un sostegno per la futura mamma, ma anche per il futuro papà, nell’intero percorso che porterà alla nascita del bambino. A lei la coppia potrà rivolgersi in qualunque momento per fare le proprie domande, per confidare dubbi e timori. Insieme a lei, sarà possibile affrontare questo delicato percorso di vita in maniera più serena e tranquilla. Solo così per i neogenitori sarà possibile vivere le nuove emozioni e le nuove esperienze senza alcuna paura. E’ chiaro che ogni donna ha in sé l’innata forza e capacità di generare nuova vita, ma l’ostetrica è quella figura in grado di riconoscere i punti di forza della donna e proprio su di esse far leva per ridare vigore all’autostima della neomamma. Spesso, a torto, si ritiene che l’ostetrica sia una figura il cui compito può tranquillamente essere assolto dal ginecologo, soprattutto per quello che riguarda la medicalizzazione anche in seguito al parto. Al contario, bisogna comprendere che il ginecologo e l’ostetrica non sono figure professionali dagli stessi compiti, ma sono fra loro complementari, per cui l’uno non prescinde l’altro.

Il medico si occupa prevalentemente di tutto ciò che riguarda il decorso vero e proprio relativo alla gravidanza, la sua evoluzione e tutto ciò che concerne gli esami da eseguire. Mentre, l’ostetrica ha il compito di concentrarsi più sul sostegno, psicologico e medico, della donna, dello sviluppo del legame pre e postnatale. L’ostetrica è di fondamentale importanza non solo durante il parto, ma anche e soprattutto dopo il momento della nascita. Sarà lei a fare da tramite tra la medicalizzazione ospedaliera e la necessità per la donna di ritrovare le sue naturali esigenze fisiologiche, per ritrovare anche l’intimità di coppia. Studi recenti hanno, infatti, messo in evidenza come una donna che riceva il supporto assistenziale dell’ostetrica, sia durante la gravidanza che dopo, abbia maggiori possibilità di ritrovare la propria autostima in seguito al parto e affrontare il tutto con più serenità. In questo modo avrà anche un rischio assai ridotto di andare incontro ad una depressione post-partum. Questo perché si sentirà sostenuta in un momento delicato della sua vita che è la gravidanza, il parto e l’allattamento.

Come scegliere l’ostetrica

Le donne che hanno una gravidanza, senza riscontrare alcun problema nel corso dei nove mesi, dovrebbero essere sostenute da un’ostetrica, esperta della nascita e della salute femminile. Già in gran parte dei paesi d’Europa le gravidanze fisiologiche vengono assistite dall’ostetrica, in questo modo viene garantita una continuità assistenziale alla donna, che per sua parte si sente più tranquilla, avendo accanto un punto di riferimento per qualunque problematica. Come scegliere l’ostetrica? La scelta deve avvenire sulla base anzittutto della comprovata esperienza professionale dell’ostetrica, ma anche su una sorta di empatia con la gestante. Deve instaurarsi un rapporto di totale fiducia con la propria ostetrica, poiché sarà riferito a lei ogni problema relativo non solo alla gravidanza, ma anche connesso con la coppia e la mutata intimità, che necessariamente subisce tutta una serie di cambiamenti sempre difficili da gestire.

Quando cercare l’ostetrica

Molte donne sono dell’idea che sia fondamentale monitorare il benessere del proprio bambino. A tal proprosito si effettuano regolari controlli diagnostici, ecografie mensili e tutto ciò che il ginecologo prescrive, per tenere sempre sotto controllo la salute del bambino in grembo. L’ostetrica è quella figura in grado di insegnare alla futura mamma tutto ciò che c’è da sapere sulla gravidanza e sul modo migliore per affrontare ogni momento serenamente, senza alcun timore o ansia. Il momento adatto per cercare l’ostetrica e affidarsi alle sue cure non è uno e lo stesso per ogni donna. E’ la stessa futura mamma a comprendere quando sia il momento di avere accanto un supporto in grado di alleviare ogni tensione.

Perchè affidarsi a un’ostetrica

La necessità di affidarsi all’ostetrica è riconosciuta anche scientificamente, oltre che stabilita per legge in accordo con il decreto che definisce l’ostetrica come colei che “assiste e consiglia la donna nel periodo della gravidanza, durante il parto e nel puerperio, conduce e porta a termine parti eutocici con propria responsabilità e presta assistenza al neonato”. E’, inoltre, lo stesso Istituto Superiore di Sanità a stabilire che una gravidanza fisiologica debba essere supportata da apposita assistenza e presa in carico dell’intero periodo di gestazione, da parte di un’ostetrica.

Ostetrica e parto

Studi recenti condotti a livello internazionale sottolineano come le gravidanze che siano seguite dalla figura dell’ostetrica abbiano un decorso sereno e privo di complicanze, proprio perché meno medicalizzate. L’ostetrica rende la gestante e neo-mamma più consapevole e soddisfatta, in questo modo, il parto viene vissuto più tranquillamente e senza interventi esterni. L’ostetrica è il supporto continuo per la donna sia durante il parto che dopo la nascita del bambino in ospedale e anche successivamente a domicilio. Non solo, l’ostetrica non lascia sola la donna per tutto il periodo che viene definito come puerperio, vale a dire i primi giorni con il neonato. In questo modo, la donna è maggiormente in grado di gestire le sue emozioni e sensazioni spesso assai contrastanti. L’ostetrica ha il delicato compito di vigilare non solo sul benessere della neomamma, ma anche su quello dell’intera famiglia, oltre che chiaramente del piccolo. Si occupa del neonato durante il suo primo anno di età, occupandosi delle cure necessarie per la sua corretta nutrizione, promuovendo il fondamentale contatto con la madre.

Ostetrica e travaglio

Il travaglio rappresenta la fase culminante dell’intero percorso della gestazione. E’ il momento in cui si manifestano le tipiche contrazioni del parto e si preannuncia la nascita del bambino. E’ soprattutto in questa fase che il supporto dell’ostetrica si rivela assolutamente importante per la donna, poiché dovrà aiutarla a gestire la sua ansia e affrontare le emozioni contrastanti che derivano dal dolore fisico e la gioia di abbracciare per la prima volta il suo bambino.

Quando l’ostetrica rompe il sacco amniotico

Nel momento in cui il parto sta per iniziare le contrazioni diventano particolarmente ravvicinate e regolari. Si verifica, a questo punto, la perdita del tappo mucoso e la conseguente rottura del sacco amniotico, per cui si ha perdita o rottura delle acque, necessaria affinché il bambino nasca immediatamente. In alcuni casi, il travaglio inizia senza che sia avvenuta la rottura delle acque, per cui, in queste situazioni è l’ostetrica a dover rompere il sacco amniotico manualmente. Solitamente, quando arriva il momento del parto, il bambino spinge contro il collo dell’utero, per via della spinta delle contrazioni, così si provoca la rottura del sacco. Raramente avviene che le membrane si rompano prima che le contrazioni possano cominciare. Nella maggior parte dei casi, queste si rompono quando la dilatazione è completa. Se ciò non avviene, è l’ostetrica o il ginecologo a doverle rompere. Non si avverte alcun dolore, poiché si utilizza un piccolo strumento di plastica, introdotto all’interno della vagina, in tal modo, si accelera il parto, poiché la testa del bambino scende ed esercita la sua pressione sul collo uterino e ciò rende maggiormente efficaci le contrazioni stesse.

Regali per l’ostetrica

Sono diverse le idee regalo per l’ostetrica per poterla ringraziare del suo sostegno emotivo e professionale durante l’intero percorso gestazionale. Uno dei regali più indicati è senza dubbio un gioiello, magari un bel paio di orecchini Stroili.

Oppure potrebbe essere un regalo altrettanto gradito un prezioso e delicato ciondolo in oro.

Per chi preferisse, invece, regalare una collana, ve ne sono di molto belle, proposte da varie linee di gioielli.

Nel caso si volesse regalare un oggetto di valore per la casa, potrebbe essere un’ottima idea regalare una lampada da tavolo.

Un’idea regalo intramontabile, che resta tuttavia un pensiero molto gradito, soprattutto per metterci una bella foto ricordo, è quella di una raffinata cornice in argento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.