Spessore endometrio: ovulazione, gravidanza, menopausa

A causa dell’attività ormonale, durante il ciclo mestruale, lo spessore endometrio – mucosa che riveste le pareti interne dell’utero ed è formato da due strati che differiscono tra loro per struttura e funzione –  subisce una serie di modifiche importanti. Esso varia, quindi dopo l’ovulazione, prima del ciclo, a inizio gravidanza, durante i nove mesi e in menopausa.

Endometrio spessore massimo

Durante l’ovulazione le pareti uterine assumono un aspetto tri-laminare e non appaiono più come una linea ben definita (si parla di endometrio secretivo). Nei giorni fertili lo spessore può variare dai 6mm ai 10mm/12mm. E’ possibile comunque riscontrare un endometrio ispessito anche per altre cause. Il disturbo, noto anche come iperplasia endometriale, può essere benigno o pre-canceroso. L‘endometrio ispessito non è altro che una proliferazione eccessiva delle cellule della mucosa endometriale. La patologia diventa preoccupante quando si rilevano anomalie e alterazioni strutturali e funzionali delle cellule.

Spessore endometrio gravidanza

Quando una donna rimane incinta, con il calo di estrogeni e di progesterone si ha una diminuzione della stimolazione delle cellule delle pareti uterine, il quale si riduce del 65% rispetto alla suo spessore endometrio normale.

Spessore endometrio per transfer

Per le donne con problemi di infertilità è possibile ricorrere al transfer, ovvero un’iniezione di ovociti o blastociti. Lo spessore per transfer, affinché esso dia buoni risultati, deve essere pari almeno a 8mm, anche se la misura ideale corrisponde a 11mm.

Spessore endometrio in menopausa

In una donna in menopausa lo spessore non deve superare i 4-5 mm e deve avere un aspetto omogeneo. Polipi o altre patologie più o meno gravi potrebbero generare un ispessimento anche durante la menopausa. In questi casi, è fondamentale eseguire un’isteroscopia diagnostica, che consente di vedere in modo dettagliato l’interno della cavità uterina. Un tale ispessimento delle pareti uterine può causare delle emorragie o piccoli sanguinamenti e questi sono chiari sintomi che in menopausa qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

9 mm?

Uno spessore di 9mm può essere considerato patologico. In tutto il mondo vengono diagnosticati circa 150.000 casi all’anno di tumore alle pareti dell’utero. Si tratta della neoplasia maligna ginecologica più frequente e si verifica maggiormente in menopausa. Nelle donne in età fertile, invece, uno spessore di 9mm può indicare ovulazione in atto e quindi possibilità di rimanere incinta.

Endometrio sottile

Lo spessore endometrio prima del ciclo è sottile o anche poco dopo la fine delle stesse. Se è sottile anche durante l’ovulazione molto probabilmente si tratta di una patologia che causa infertilità. Anche durante una gravidanza una diagnosi del genere può non portare belle notizie. In questo caso, sarà difficile che l’embrione riesca a crescere ed è quasi probabile un aborto spontaneo. In menopausa, invece, se è sottile rappresenta la condizione giusta e non è quindi sintomo di altre patologie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.