Balanite: cos’è, come si prende, sintomi, cura

Per balanite rientra tra le malattie del pene e si intende una particolare infiammazione che interessa una parte specifica del pene, il glande, ma può anche colpire altre zone del tratto genitale maschile come il prepuzio.

Cos’è la balanite?

Alcuni medici ritengono che faccia parte delle malattie trasmesse sessualmente, mentre altri ritengono che non sia attribuibile ai rapporti sessuali, per il semplice motivo che molto spesso si tratta di una patologia che colpisce anche i bambini.

Balanite sintomi

La balanite è, infatti, un eritema prurigionoso che interessa l’area genitale maschile e si manifesta con puntini rossi sul glande, bruciore e prurito intimo. È accompagnata spesso anche da lesioni cutanee. I soggetti con tale infiammazione hanno anche bruciore intenso durante la minzione, talvolta vi sono anche sanguinamenti dovuti proprio all’eritema e rigonfiamento dell’area colpita. Vi sono anche casi, sebbene rari, nel quali la balanite presenta lesione ulcerose e la formazione di un liquido di colore bianco il cui odore è alquanto sgradevole. La sua prima manifestazione è un rigonfiamento dell’area coinvolta e anche delle ghiandole della zona inguinale, che provocano dolori spesso intensi.

Balanite cause

Nei soggetti adulti solitamente la balanite si associa a una non adeguata cura della propria igiene personale oppure a un uso smoderato di detergenti intimi aggressivi. Un altro fattore di rischio è la formazione di secrezioni nell’area del prepuzio, dove generalmente si accumulano i germi patogeni. Tra le cause maggiormente riconosciute nell’infiammazione di balanite vi sono le infezioni da batteri o trasmissioni virali, in seguito anche a un’anomalia del sistema immunitario o per dermatite sopraggiunta per contatto con soggetti affetti da infezioni o per allergie ai farmaci.

Balanite da Candida

La balanite è un’infezione collegata a un’altra patologia batterica, quella causata dal fungo della Candida Albicans. Questo tipo di infezione non colpisce solo le donne ma anche gli uomini interessando l’area dei genitali. La candida vive solitamente in maniera innocua all’interno dell’intestino, ma nel momento in cui si abbassano le difese immunitarie dell’organismo, questo batterio può diventare nocivo e causare diversi disturbi.

Balanite da sfregamento

Una delle cause accertate è anche quella che avviene in seguito a contatto o sfregamento, questo soprattutto nel caso in cui vi siano già delle lesioni cutanee in atto. Molto spesso quella da sfregamento è data proprio dai rapporti sessuali, con forte acidità delle secrezioni della donna, nel contatto dei tessuti tra loro, oppure per azione di sostanze chimiche aggressive o per l’uso di anticoncezionali. I primi sintomi evidenti di balanite da contatto sono gli eritemi, macchie rosse sul glande e bruciore al pene.

Balanite cura per i bambini

Anche nei bambini possono verificarsi infezioni, poiché sono particolarmente delicati nell’esposizione a funghi e agenti patogeni. La prima manifestazione è la comparsa di macchie bianche sul glande. Nei bambini questo è dato dall’uso del pannolino, per cui per combattere i sintomi di eritema e rossore è sufficiente pulire con cura la zona dei genitali con acqua tiepida, con un cucchiaino di sale o di bicarbonato di sodio. Per contrastare le infezioni sarà poi necessario intervenire anche con farmaci appositi. Nel caso dei bambini, solitamente i sintomi regrediscono nell’arco di pochi giorni, ma nel caso di recidive è possibile procedere con la circoncisione.

Balanite nelle donne

Solitamente le donne affette contraggono la patologia attraverso il contatto con un uomo che abbia sviluppato tale infiammazione nell’area genitale. Proprio per tale ragione rientra tra le malattie veneree.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.