rumore bianco

Rumore bianco per neonati

Il rumore bianco per neonati non è altro che la somma di tutti i possibili rumori, o meglio frequenze, che si possono udire in casa e che stimolano un effetto rilassante: parliamo del rumore prodotto dall’aspirapolvere, dalla lavatrice, dal ventilatore, dall’asciugacapelli, ma anche di quello del vento che soffia o della pioggia che cade. Tutti questi rumori, per quanto possa apparire strano, stimolano e favoriscono il sonno del bambino.

Rumore bianco

Il rumore bianco in inglese è noto come white noise e aiuta, appunto, a conciliare il sonno dei neonati, ma non solo. Si tratta di un suono che rilassa la mente, coprendo ogni altro rumore fastidioso. Per questo aiuta il cervello a non avvertire più i rumori spiacevoli.

Il rumore bianco è ripetitivo e consente di non percepire le frequenze forti; aiuta a calmare sia la mente che il corpo. Nei soggetti adulti il rumore bianco è in grado di riportare la memoria alla propria infanzia, mentre i bambini si addormentano ascoltando il rumore dato dall’asciugacapelli o dall’aspirapolvere.

Rumore bianco e neonati

Un recente studio, condotto in Canada da un gruppo di pediatri, ha messo in evidenza come i dispositivi che producono il cosiddetto rumore bianco possano risultare un valido aiuto per fare addormentare il bambino. Le piccole radio che emettono suoni simili a quello prodotto dai comuni elettrodomestici sono per questa ragione molto utilizzati nel nord America.

Pertanto, è possibile posizionare il dispositivo a una certa distanza dal bambino senza però lasciarlo nella sua culla e usarlo a basso volume per farlo addormentare. In alternativa, si può azionare la propria aspirapolvere, o altri dispositivi elettronici che si trovano comunemente in casa, per aiutare il bambino ad addormentarsi.

Suoni rilassanti per far dormire il neonato

I suoni che fanno parte del cosiddetto rumore bianco sono tutte frequenze che favoriscono il sonno nei neonati. Chiaramente, è importante non esagerare con il volume o con i tempi. Per cui, quando il proprio bambino non ne vuole sapere di addormentarsi, basterà ricorrere a questo metodo e lasciare che pian piano si concili il sonno.

Si possono anche scaricare da internet delle melodie fatte proprio da suoni appunto “bianchi” per creare una sorta di playlist da utilizzare per far dormire il bambino. Si possono trovare anche in commercio delle musiche apposite. Se si è particolarmente tecnologiche, ci si può anche affidare ad alcune app sull’iPhone o sull’iPad, note come white noise o baby sleep, create appositamente per neonati, perché possano addormentarsi o tranquillizzarsi quando fanno i capricci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *