Testa piatta neonato
Sonno

Testa piatta neonato

La posizione supina è la più sicura per dormire, ma a lungo andare se il piccolo dorme sempre nella stessa posizione si possono verificare problematiche come la testa piatta neonato.

Testa piatta neonato

La plagiocefalia, definita comunemente “sindrome da testa piatta“, è un disturbo tipico di alcuni neonati. Si tratta di una particolare asimmetria del cranio, che si presenta schiacciato in corrispondenza della nuca o di uno dei lati della testa. La deformazione è dovuta alla posizione in cui il bambino viene messo a dormire e di solito compare entro i primi due mesi di vita.

I casi di plagiocefalia sono diventati più comuni da quando si è diffusa la pratica di far dormire i neonati sulla schiena per limitare i rischi della cosiddetta “morte in culla”. Anche per questo, tuttavia, è aumentata l’attenzione dei pediatri, tanto che diagnosi e cura sono diventate più semplici.

Testa piatta neonato cause

La testa piatta neonato viene causata dal peso della testa, che in posizione supina schiaccia sul cranio e ne provoca la deformazione. Tuttavia, in casi di macrosomia fetale può cominciare a presentarsi già durante la gravidanza.

Quando il feto è più grande della norma, infatti, gli resta poco spazio a disposizione per girarsi. Questo lo porta ad assumere una posizione statica, che ne comprime e deforma il cranio neonato. Ciò può avvenire anche in caso di gravidanza gemellare, parti podalici o particolari rigidità della parete uterina.

Testa piatta neonato prevenzione

La plagiocefalia si può prevenire e correggere intervenendo entro i primi tre mesi di vita, quando le ossa del cranio del neonato sono ancora malleabili e il bambino passa ancora molto tempo a dormire. La cosa più importante è assicurarsi che il bambino, dormendo sulla schiena, alterni la posizione della testa facendole cambiare spesso lato.

Ogni tanto si può provare a mettere la culla al contrario, perché i bambini tendono ad addormentarsi con la testa rivolta nella direzione in cui credono si trovi la madre. Quando il bambino è sveglio, è meglio evitare di lasciarlo a lungo in posizione supina.

Durante la passeggiata il marsupio è da preferire al passeggino e alla carrozzina, per invogliarlo a mantenere la testa eretta. In questo senso è possibile stimolare l’irrobustimento dei muscoli del collo attirando l’attenzione del bambino per incentivarlo a voltare spesso la testa.

Cuscini per plagiocefalia

Esistono in commercio numerosi dispositivi per correggere la plagiocefalia. Sono particolarmente consigliati i cuscini neonati testa piatta.

  1. Il cuscino Lovenest ha un foro al centro appositamente studiato per sostenere la testa del bambino e impedirne la deformazione.
  2. Il cuscino Koala Babycare è invece in memory foam, un materiale capace di adattarsi alla forma della testa del neonato e distribuirne uniformemente il peso.
  3. Un po’ più costoso, ma dotato anche di sistema di sicurezza antisoffocamento certificato è il cuscino Mimos.
  4. Il cuscino Bonmedico è più largo e permette al bambino di girarsi su un lato, però è indicato solo per bambini fino ai dodici mesi.
  5. Per bambini più grandi è possibile ricorrere al cuscino della SPEEDEVE per correggere forma testa neonato.

Brachicefalia e plagiocefalia

Un tipo particolare di deformazione cranica nei bambini è la brachicefalia, caratterizzata da un cranio particolarmente schiacciato in corrispondenza della nuca. Come la plagiocefalia, può essere facilmente risolta con gli stessi semplici accorgimenti.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.